Conservatoire de Musique de Montbéilard
Conservatoire de Musique de Montbéilard

Cursus di composizione

« Io credo che la musica elettroacustica sia la principale invenzione del ventesimo secolo, e, probabilmente, quella che più ha segnato tutti i compositori (…), anche coloro che non ne fanno”.

(Olivier Messiaen)
 
Comporre, dal latino cum ponere: mettere insieme, cercare, generare. Qual è il senso di questa parola oggi?

Compositore… è ancora un mestiere?
 
I generi e le pratiche musicali del nostro tempo si mescolano e si intrecciano: dalla musica scritta alla musica improvvisata, dal violino al campionatore, dalla partitura alla video-scrittura, dal gesto musicale ai sensori elettronici, quali sono le competenze ed il “sapere” musicale necessari oggi?
 
Cum ponere… definisce anche un ruolo artistico e sociale del compositore. Nell’incrocio di culture e tecniche del nostro secolo la musica si relaziona alle altre arti.
 
Quali sono le tecniche ed i sistemi musicali nel mondo contemporaneo?

Come è possibile passare da tecniche “classiche” di orchestrazione e scrittura musicale a tecniche che associano strumenti tradizionali a suoni digitali?

Come realizzare un’opera (una composizione) elettroacustica, un’installazione sonora o interattiva?

Come può l’informatica contribuire alla conoscenza del linguaggio musicale e alla creatività?
 
Il cursus di composizione del Conservatoire de Musique de Montbéliard nasce per rispondere a questi interrogativi. E’ indirizzato a compositori ed a musicisti e interpreti che desiderano arricchire la loro pratica non solo su un piano tecnico, ma anche sul piano di una fondamentale riflessione del significato di fare musica oggi.
 
Il cursus si inscrive nella missione di un’istituzione che considera comporre un’attività essenziale della formazione di un musicista. La priorità è data alla formazione di un solido background teorico, allo sviluppo di un pensiero estetico, alla comprensione della tecnologia, allo sviluppo delle capacità creative. Ciò attraverso un approccio che considera i molteplici orientamenti estetici: musica strumentale o vocale, acusmatica o mista, musica elettroacustica o actuelle, scritta o improvvisata, paesaggio sonoro e installazione sonora, arte multimediale e digitale, intelligenza artificiale…
 
Il Conservatoire de Musique de Montbéliard colloca inoltre l’insegnamento impartito nel cursus in un quadro di scambi internazionali di compositori ed interpreti, permettendo la diffusione dei progetti artistici e gli incontri con altre realtà musicali: l’Ensemble di Musica Interattiva, la Scène Nationale de Montbéliard, l’Università della Fanche-Comté, Ars Numerica, il gruppo PRISMA (Pedagogia e Ricerca Internazionale sui Sistemi Musicali Assistiti dal computer), l’IRCAM di Parigi, l’associazione Syntono di Parigi, l’Istittuto Italiano di Cultura di Parigi, il Festival Sonoimagines di Buenos Aires, l’Università di Santiago e di La Serena in Cile, sono alcuni degli enti e delle istituzioni musicali che hanno collaborato o ne hanno ospitato le produzioni.
 
Il cursus di composizione è costituito di quattro filoni, materie interdipendenti sviluppate su 3 anni:

1. fisica e cognizione musicale,

2. composizione e orchestrazione,

3. elettroacustica,

4. informatica musicale.
 
Queste materie sono composte ciascuna di 12 moduli (cf. infra) la scelta dei quali sarà adattata al percorso personale ed al profilo degli studenti.
 
Le lezioni del corso hanno luogo in sessioni intensive di 2 giorni ogni 15 giorni nel periodo compreso tra settembre e giugno, secondo un principio di long-distance, che si basa sulla concentrazione dei momenti di insegnamento per ridurre al massimo il numero di viaggi ed i costi legati ai trasferimenti.
 
L’organizzazione prevede 3 momenti : i cosiddetti corsi “magistrali”, gli atelier collettivi e le lezioni individuali.
 
I principali software affrontati ed utilizzati sono: Audiosculpt, Cubase, Digital Performer, Diphone, Logic Audio, MaxMSP, Modalys, OpenMusic, Protools, Puredata, PWGL, Reason, Supercollider…
 

Materie e moduli del Cursus di Composizione

 

Fisica e cognizione musicale

- Epistemologia

- Acustica

- Organologia ed elettronica

- Psicoacustica

- Sistemi musicali ed

etnomusicologia

- Semiologia della musica

- Memoria e categorizzazione

- Raggruppamento e

segmentazione

- Rappresentazioni mentali

- Teoria dell’informazione

- Intelligenza artificiale

- Sociologia della musica

Composizione e orchestrazione

- Storia ed analisi della musica del

XX secolo

- Tecniche di orchestrazione

- Tecniche di strumentazione

- Verticalità

- Contrappunto

- Sviluppo e processo

- Morfogenesi

- Tempo, ritmo e movimento

- Complessità e strategie di

organizzazione

- Musica e testo

- Musica e danza

- Musica e immagine

 

 
Elettroacustica

- Dal microfono all’altoparlante

- Registrazione (presa del suono)

- Tecniche di studio elettroacustiche

- Rappresentazione del suono

- Archetipo e stereotipo

- Montaggio e micro-montaggio

- Sintesi e trattamento audio-

digitale

- Analisi e composizione del suono

- Trattamento della voce

- Produzione e missaggio

- Interpretazione, diffusione,

spazializzazione

- Tecniche di post-produzione

 

Informatica musicale

- Architettura, linguaggio e

protocolli

- Interfaccia uomo-macchina

- Programmazione grafica

- Logica, controlli e interattività

- Temporalità

- Analisi di dati

- Riconoscimento delle forme e

categorizzazione

- Algoritmica

- Automi

- Cibernetica e teoria

dell’informazione

- Reti di neuroni artificiali

- Sistemi multi-agenti e distribuiti



 

Équipe degli insegnanti

 
Giacomo Platini
Jacopo Baboni Schilingi
Lorenzo Bianchi

 

Produzioni musicali, Concerti, Esecuzioni

 
Gli atelier e i corsi individuali accompagnano il lavoro di creazione degli studenti.
 
Con il concorso dell’Ensemble de Musique Interactive (formazione costituita dai professori di strumento del Conservatore de Musique de Montbéliard) i compositori potranno proporre le loro opere nei concerti pubblici previsti durante l’anno scolastico (generalmente quattro appuntamenti fissi, tra dicembre e giugno, consacrati alle produzioni nate dalla collaborazione tra il Dipartimento di Composizione e l’Ensemble de Musique Interactive).
 
Inoltre i paternariati tra il Conservatoire de Musique de Montbéliard e altre istituzioni musicali francesi ed internazionali permettono di creare ulteriori occasioni per favorire la diffusione della produzione musicale della classe di Composizione in altri festival e manifestazioni musicali.

 

Ricerca

 
Un’attività di ricerca musicale condotta dai professori (tutti membri del gruppo di ricerca musicale PRISMA (Pedagogia e Ricerca Internazionale sui Sistemi Musicali Assistiti dal computer) prolunga ed approfondisce i temi ed i soggetti dell’insegnamento del Cursus.
 
Gli studenti sono invitati a prenderne parte redigendo e producendo dei mémoires, su tematiche di riflessione musicale, musicologica, sviluppi informatici, ecc., concordate col corpo docenti.
 
Alcuni dei temi di studio dell’équipe sono attualmente la morfogenesi, le applicazioni musicali, musicologiche e multimediali delle reti neuronali artificiali.
 

Atelier e Stages

 
Ogni anno quattro tra atelier e stages week-end permetteranno l’approfondimento di tematiche specifiche e l’incontro tra studenti avanzati e ricercatori, corso di quattro fine settimana distribuiti sulla durata del Cursus.
 
Iscrizioni ed informazioni:
Conservatoire de Musique de Montbéliard
4, cour du Château – 25200 Montbéliard
tel: +33 3 81 99 39 60 fax: +33 3 81 99 39 55
 
(it) Cursus di Composizione (.pdf)
(fr) Cursus de Composition (.pdf)